Stefano Trasimeni

CHI E’ STEFANO

Direttore Principale della Soul Philharmonic Orchestra, nasce a Roma ed inizia all’età di quattro anni, sotto la guida della madre, lo studio del pianoforte. Prosegue gli studi musicali al Conservatorio “Alfredo Casella” de L’Aquila sotto la guida di Pietro Iadeluca per il pianoforte e Fausto Razzi per la composizione.

ATTIVITA ARTISTICA INTERNAZIONALE

Inizia l’attività concertistica come pianista, sia da solista che nell’ambito di diverse formazioni cameristiche, meditando in particolare gli studi relativi all’eseguibilità del repertorio chopiniano. Inizia a comporre giovanissimo, prediligendo soprattutto il pianoforte. Nascono in quel periodo lavori come la Rapsodia Op.11, i Notturni Op.12, gli Studi per pianoforte Op.26 trasmessi nel corso del programma di Rai 3 “Il Quadrato Magico… itinerari scelti nella musica d’arte”, il Quintetto per fiati Op.27 che pur essendo lavori giovanili, sono coerentemente inseriti nelle più attuali correnti estetiche. A queste fanno seguito composizioni più mature, come il Quadro sinfonico Op.39 n.2 e, soprattutto, una notevole produzione di musiche di scena. Ha fatto parte di giurie e comitati d’onore di concorsi nazionali e internazionali e dal 2016 è direttore artistico della Roma Music School. La sua formazione, per quanto riguarda la direzione d’orchestra, avviene principalmente all’estero: inizialmente con H. Hoffmann e D. Zenghinov; successivamente, si perfezionerà sotto la guida di M. Natchev, prediletto di I. Mussin e G. Rozdestvenskij. Guest Director permanente della Kronstadt Philharmoniker in Transilvania collabora stabilmente con l’Orchestra Nazionale di Radio Sofia, con la quale ha registrato, nel centenario della nascita di J. Rodrigo (1901-1999), il Concerto Pastorale per Flauto e orchestra e il Concerto de Aranjuez per Chitarra e orchestra.  È direttore ospite presso le maggiori Filarmoniche Internazionali, fra le quali San Pietroburgo, Kiev, Sofia, Atlanta, Rostov sul Don, Klagenfurt, Bucharest, Tashkent, Almaty, Praga, Vienna, Zurigo, Lisbona, Budapest, Mosca, Seoul e Parigi. È stato docente di Analisi della partitura e Teoria della direzione nei corsi estivi di Varna (Bulgaria) e attualmente insegna nei Corsi di Alto Perfezionamento per Giovani Direttori d’orchestra all’interno del Symphonia Festival di Roma. Particolarmente attento agli aspetti didattici e pedagogici della musica, concretizza spesso questo interesse in conferenze e lezioni-concerto; ha insegnato nei Corsi Europei organizzati dal Conservatorio di Santa Cecilia a Roma. Per il Grande Giubileo dell’Anno 2000 ha diretto a Roma, nell’ambito del programma “I Concerti del Giubileo nel Giorno del Signore”, la Petite Messe Solennelle per soli, coro e orchestra di G. Rossini, registrata da Rai 3. Nel 2003 in occasione dell’Anno Europeo dedicato al disabile e per la celebrazione del 25° anno di pontificato del Santo Padre Giovanni Paolo II, ha diretto dall’Auditorium di S. Cecilia (Pio X) in Roma il concerto di Natale trasmesso da Rai 1 il 26 dicembre; nel 2004 ha diretto il concerto di Natale, con l’Orchestra Sinfonica Nazionale Ucraina di Kiev ed il Coro Accademico Nazionale Ucraino “Dumka”, trasmesso da Rai 2 il 5 gennaio, in occasione del lutto nazionale in suffragio delle vittime dello Tsunami. Nel 2005 ha diretto il “Concerto della Solidarietà … per una cultura senza barriere” organizzato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali; nel 2006 è stato riconfermato nella direzione del Concerto della Solidarietà alla guida della Roma Philharmonic Orchestra. Entrambi i concerti sono stati incisi due DVD editi da RaiTrade. Nell’ottobre 2007 è uscito il suo ultimo contributo alla diffusione di opere meno conosciute, aspetto cui il Maestro è particolarmente sensibile. Ha infatti recentemente inciso per RaiTrade un brano inedito del giovane compositore pugliese Vito Palumbo, Quadro Sinfonico Concertante per pianoforte e orchestra, e le due opere postume di P.I. Tchajkovskij, il Concerto n. 3 per pianoforte e orchestra Op. 75 post. e l’Andante e Finale, Op. 79 post. Nel dicembre 2007 ha diretto la IIIª edizione del Concerto della Solidarietà presentando in prima assoluta italiana la Vª Sinfonia in  Sib magg. Op. 55 di A. Glazunov con ottimo successo di pubblico e di critica. Il prossimo anno usciranno due libri per lo studio del pianoforte ed uno dedicato ai più grandi direttori d’orchestra del novecento.

Torna alla pagina Docenti